Parrocchia di Campo

La nostra parrocchia ormai non ha più limiti: adesso sbarca anche sul web!!!
 
IndicePortaleCalendarioGalleriaFAQCercaRegistratiLista UtentiGruppiAccedi

Condividi | 
 

 Liturgia della Parola 10 Ottobre

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Baccus
Admin
avatar

Messaggi : 71
Data d'iscrizione : 05.02.08
Età : 31
Località : Campo

MessaggioTitolo: Liturgia della Parola 10 Ottobre   Ven Ott 10, 2008 9:19 am

Lc 11,15-26
Se io scaccio i demoni con il dito di Dio, è dunque giunto a voi il regno di Dio.

+ Dal Vangelo secondo Luca
In quel tempo, dopo che Gesù ebbe scacciato un demonio, alcuni dissero: “È in nome di Beelzebul, capo dei demoni, che egli scaccia i demoni”. Altri poi, per metterlo alla prova, gli domandavano un segno dal cielo.
Egli, conoscendo i loro pensieri, disse: “Ogni regno diviso in se stesso va in rovina e una casa cade sull’altra. Ora, se anche satana è diviso in se stesso, come potrà stare in piedi il suo regno? Voi dite che io scaccio i demoni in nome di Beelzebul. Ma se io scaccio i demoni in nome di Beelzebul, i vostri discepoli in nome di chi li scacciano? Perciò essi stessi saranno i vostri giudici. Se invece io scaccio i demoni con il dito di Dio, è dunque giunto a voi il regno di Dio.
Quando un uomo forte, bene armato, fa la guardia al suo palazzo, tutti i suoi beni stanno al sicuro. Ma se arriva uno più forte di lui e lo vince, gli strappa via l’armatura nella quale confidava e ne distribuisce il bottino.
Chi non è con me, è contro di me; e chi non raccoglie con me, disperde.
Quando lo spirito immondo esce dall’uomo, si aggira per luoghi aridi in cerca di riposo e, non trovandone, dice: Ritornerò nella mia casa da cui sono uscito. Venuto, la trova spazzata e adorna. Allora va, prende con sé altri sette spiriti peggiori di lui ed essi entrano e vi alloggiano e la condizione finale di quell’uomo diventa peggiore della prima”.

Parola del Signore

_________________
Vedere il Mondo in un Granello di Sabbia, e il Cielo in un Fiore di Campo. Tenere l'infinito nel Palmo della Mano, e l'eternità in un'ora.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://parrocchiadicampo.forumattivo.com
Baccus
Admin
avatar

Messaggi : 71
Data d'iscrizione : 05.02.08
Età : 31
Località : Campo

MessaggioTitolo: Re: Liturgia della Parola 10 Ottobre   Ven Ott 10, 2008 9:24 am

Dalla Parola del giorno
Cristo ci ha riscattati dalla maledizione della legge, diventando lui stesso maledizione per noi, come sta scritto: Maledetto chi pende dal legno.

Come vivere questa Parola?
Un’espressione di estrema durezza su cui siamo portati a sorvolare, mentre è proprio questa realtà a gettare fasci di luce sull’indicibile mistero di Dio-Amore.
Il Figlio di Dio, Dio stesso si è fatto maledizione per noi. Egli si è spinto fino ad assumere la natura umana, la natura del servo. Di più: fino ad assaporare la morte, anzi l’orrore della morte di croce. Era questo il supplizio più infamante, riservato agli schiavi, alla feccia dell’umanità.
Presso gli Ebrei, assumeva anche un significato religioso: il crocifisso era un ‘maledetto da Dio’.
È in questo abisso di cui non riusciremo mai a scandagliare la profondità, che Gesù si è immerso.
Una lacerazione interiore che veniva ad opporre violentemente in lui “il Figlio prediletto del Padre” al ‘maledetto’, la reciproca attrazione di amore che nello Spirito Santo li rende inscindibilmente ‘Uno’ al rigetto più totale e repellente, riassunto in quell’angoscioso grido: “Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?”.
Nell’unica adorabile persona del Cristo, si è consumato il conflitto più atroce tra le Luce e le tenebre immesse forzatamente nel suo grembo, tra la vita e la inconciliabile presenza della morte che tenta di aggredirla dal suo interno. Una lotta immane, da cui solo l’Amore poteva uscire vittorioso, restituendo l’uomo alla sua gloriosa immagine di figlio di Dio.

Oggi, nel mio rientro al cuore, sosterò adorante dinanzi al Crocifisso, lasciando che sia Lui a parlarmi.

Perdona, Signore, la leggerezza con cui mi accosto a mistero della tua passione. Scuoti il mio cuore, spezzane la durezza, sostituiscilo con un cuore di carne, capace di lasciarsi ferire dal tuo immenso amore.

Eremo San Biagio

La voce di una santa filosofa
Gli occhi del Crocifisso ti fissano interrogandoti, interpellandoti. Vuoi stringere di nuovo con ogni serietà l'alleanza con Lui? Quale sarà la tua risposta? "Signore, dove andare? Tu solo hai parole di vita".
Edith Stein

_________________
Vedere il Mondo in un Granello di Sabbia, e il Cielo in un Fiore di Campo. Tenere l'infinito nel Palmo della Mano, e l'eternità in un'ora.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://parrocchiadicampo.forumattivo.com
 
Liturgia della Parola 10 Ottobre
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» autodettato delle parole e sulla formazione della frase minima, alunno down
» DIVISIONE IN SILLABE
» I NOMI : schede, giochi e link
» cerco materiale didattico per la lettura globale
» POSTER / GLOSSARIO ILLUSTRATO DI INGLESE

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Parrocchia di Campo :: Liturgia della Parola :: Dal Vangelo - per riflettere-
Vai verso: